26 Ottobre 2021

Comune di Chiaramonte Gulfi

Cenni Storici. Anticamente chiamato Scornavacche, fu fondata dai Greco-Siracusani, verso il VI secolo A.C come stazione carovaniera, lungo la via interna che univa Siracusa a Gela e quindi ad Agrigento e Selinunte. I Greco-Siracusani fondarono in questa zona la città di Akrillai, settant´anni dopo Siracusa. In seguito la città fu distrutta dagli Arabi, e i superstiti si rifugiarono nei pressi del Monte Arcibessi. Qui ricostruirono una nuova città che prese il nome di Gulfi. Nel 1299 Gulfi fu distrutta dagli Angioini, e fu merito di Manfredi Chiaramonte che ricostruì la città chiamandola appunto Chiaramonte. Anche Chiaramonte fece parte della contea di Modica e nel 1693 fu distrutta dal terremoto. Il nome di Gulfi fu aggiunto nel 1881.Nello stemma del comune sono rappresentati cinque colli,che rappresentano l´emblema della famiglia Chiaramonte. La città ha diverse chiese, ma quella più rappresentativa è il Santuario di Gulfi, che si trova nel luogo dell´antico centro abitato.

Demografia. Distante Km. 19 da Ragusa, a m. 668 di altitudine, nella zona centrale dei Monti Iblei, abitanti 8300 circa. Economia: agricoltura (agrumi, mandorle, vino) e artigianato (ricami e lavorazione del marmo).

Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari