20 Marzo 2019

Comune di Ragusa

Cenni Storici. La città ha una storia molto antica; essa è costituita da due parti: Ragusa Moderna e Ragusa Ibla. Molti studiosi sostengono che Ragusa Ibla derivi da Hibla, fondata dai Siculi. In seguito la città subì l´invasione greca e prese il nome di Hibla Heraia. Hibla assimilò i costumi e le usanze greche, tuttavia rimase indipendente.Di questo periodo non rimangono centri abitati, ma solo le Necropoli. Le più importanti sono quella di Monte Rito, di Balatelle e Cava pece. Cambiò il nome in Hereum quando fu conquistata dai Romani. Dopo la caduta dell´Impero Romano d´Occidente, la città passò sotto la dominazione Bizantina e il nome fu cambiato in Reusia fino al 868 quando gli Arabi assediarono e conquistarono Reusia, e il suo nome diventò Ragus. In questi due secoli di dominazione, ci fu un miglioramento in agricoltura e nel commercio. Verso il 11oo, Hibla passò ai Normanni, e fu da allora che la città fu chiamata definitivamente Ragusa e diventò Contea. Quando Ragusa fu occupata dagli Svevi, da parte di Enrico VI, la città diventò demanio. In seguito passò alla Famiglia dei Chiaramonte e fu elevata di nuovo a Contea.I chiaramonte governarono la Contea per più di un secolo, fino a quando la città di Ragusa passò ai Cabrera. Nel 1448 la città si ribellò a Giovanni Cabrera per la cattiva amministrazione. La rivolta fu repressa e per punire i Ragusani, i Cabrera trasferirono la cancelleria a modica che da allora diventò la città più importante fino al 1926. Alla morte di Giovanni Cabrera, la Contea passò ad Alfonso Henriquez.Un avvenimento molto importante di questo periodo fu la concessione di terre in enfiteusi. Era un contratto agrario con il quale ogni proprietario terriero pagava un canone annuo con lo scopo di migliorare la propria situazione economica. A tal punto ogni enfiteuta incrementò le colture, e come conseguenza nacque una nuova classe sociale. I nuovi borghesi non migliorarono la condizione del popolo, anzi sovvenzionarono la costruzione di chiese. Come conseguenza si ebbero delle lotte campanilistiche tra i Sangiovannari (abitanti della chiesa di San Giovanni), e i Sangiorgiari (abitanti della chiesa di San Giorgio). Queste lotte continuarono per diversi anni. Nel 1693 la città fu devastata dal terremoto che distrusse molte città del Ragusano.A poco a poco la città fu ricostruita e sorsero due Raguse: Ragusa Nuova e Ragusa Vecchia. Nel 1713, la Sicilia passò ai Savoia, ma la Contea di Modica rimase agli Spagnoli. Dal 1864 al 1926, Ragusa era divisa in due comuni distinti. Nel 1922 Ragusa Vecchia fu denominata Ragusa Ibla, e nel 1926 i due comuni furono riunificati.

Demografia. Capoluogo di Provincia, a m. 502 di altitudine, abitanti 70.000 circa. Economia: agricoltura, allevamento, industria chimica, edile, dei latticini.

close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio